EVENTI

 

Tutti gli eventi organizzati dalla nostra Associazione, o ai quali invitiamo a partecipare, vengono pubblicati su questa pagina.

Qui di seguito gli eventi trascorsi: 

 

07/05/2017

01/04/2017

08/03/2017

11/02/2017

14/09/2016

vedi anche il progetto

14 Novembre 2015

4 Febbraio 2015

19 Dicembre 2014

8 Dicembre 2014

13 Giugno 2014

9 Aprile 2014

18 Marzo 2014

28 Maggio 2013

4 Maggio 2013

26 Febbraio 2013

15 Dicembre 2012

23 Ottobre 2012

16 Giugno 2012

21 Aprile 2012

scarica il depliant
Corso Aggiornamento ECM.pdf
Documento Adobe Acrobat 1.7 MB

06/05/2017

13/03/2017

21/02/2017

23 - 24/09/2016

20/05/2016

11 Aprile 2015

18 Gennaio 2015

18 Dicembre 2014

23 Novembre 2014

7 Giugno 2014

27 Marzo 2014

16 Novembre 2013

14 Maggio 2013

17 Aprile 2013

10 Gennaio 2013

7 Dicembre 2012

18 Settembre 2012

10 Maggio 2012

17 Dicembre 2011


10 Aprile 2011

Guai, two double trouble,

è uno spettacolo che nasce dall'elaborazione fatta da AZONZO di alcuni testi di Harold Pinter nel corso della sua produzione teatrale. AZONZO ricostruisce a ritroso il percorso del teatro pinteriano alla ricerca di quegli elementi sociali che sono oggi evidenti e peculiari delle democrazie occidentali.

       Esportazione della democrazia, conflittualità sociale, incomunicabilità relazionale, nuovo ordine del mondo, conflitto di genere questi sono i temi che AZONZO vuole far emergere dal suo lavoro. Attraverso dialoghi a due e monologhi il lavoro di Massimo Canepa, Gabriella Caporlingua, Mario Flamigni e Maurizio Raffo, cerca di rendere quelle atmosfere così peculiari, così vivaci, quel gusto dell'ironia e quella realtà così tangile e nello stesso tempo inverosimile, propri della rivoluzione prodotta dal teatro di Harold Pinter.

       I silenzi, le pause, più o meno lunghe, fanno parte della struttura narrativa e scenica riempiendo di significato e di tensione le battute, caratterizzandole, sono parole pesanti che tracciano i caratteri dei personaggi presentati.

       Gli scarni e grotteschi dialoghi, la scena essenziale, i personaggi soli nella loro assurdità quotidiana sono gli elementi sui quali AZONZO ha lavorato.

Domenica 10 aprile alle ore 18.30 al Teatro Hop Altrove in piazzetta Cambiaso a Genova AZONZO mette in scena Guai-two double trouble, nell'ambito delle iniziative di finanaziamento dell'Associazione Ambulatorio Internazionale Città Aperta.

       L'entrata è libera, l'uscita è... l'offerta per l'Associazione.

 

per AZONZO

Mario Flamigni

17 - 18 Settembre 2010

Genova, 17 settembre 2010

Commenda di San Giovanni da Pré , piazza Commenda 1

Seminario “Percorsi di Cittadinanza”

 

 

Genova, 18 settembre 2010

Commenda di San Giovanni da Pré , piazza Commenda 1

Assemblea annuale dell’Associazione

per gli studi giuridici sull’immigrazione

 

 

Il seminario, che è centrato sul tema della cittadinanza, dell'integrazione e della normativa antidiscriminazione e delle relative cause, vedrà interventi di giuristi italiani e stranieri sui temi. L'iniziativa è realizzata in collaborazione con la RETE G2, associazione che unisce i giovani stranieri nati o vissuti in Italia, che propone una riforma dell'attuale legge sulla cittadinanza. Interverranno per la RETE G2 Issai Ademi e Queenia de Oliveira Pereira.

Per iscrizioni contattate la segreteria Asgi 

tel.    0432/507115                 0432/507115     

 cell.   3470091756.

 

Per gli avvocati, si segnala che l'iniziativa è in corso di accreditamento presso il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Genova.

 

guarda il programma
asgi seminario +assemblea 2010.pdf
Documento Adobe Acrobat 70.1 KB

26 - 27 Giugno 2010

La Nave dei Diritti

iniziative per lo Sbarco a Genova

Anche la nostra associazione parteciperà alle iniziative per lo sbarco a Genova della Nave dei Diritti. Qui di seguito il manifesto de "Lo Sbarco".

Per maggiori informazioni vai a http://www.losbarco.org/ 

E la nave va: il manifesto

Siamo un gruppo di italiani/e che vivono a Barcellona.

Insieme ad amici (non solo italiani) assistiamo seriamente preoccupati a ciò che avviene in Italia. Certo la crisi c’è anche qua, ma la sensazione è che la situazione nel nostro Paese sia particolare, soprattutto sul lato culturale, umano, relazionale.

Il razzismo cresce, così come l’arroganza, la prepotenza, la repressione, il malaffare, il maschilismo, la diffusa cultura mafiosa, la mancanza di risposte per il mondo del lavoro, sempre più subalterno e sempre più precario. I meriti e i talenti delle persone, soprattutto dei giovani, non sono valorizzati. Cresce la cultura del favore, del disinteresse per il bene comune, della corsa al denaro, del privato in tutti i sensi.

In Spagna,  negli ultimi mesi, sono usciti molti articoli raccontando quello che avviene in Italia, a volte in toni scandalistici, più spesso in toni perplessi, preoccupati, sconcertati.

Si è parlato dei campi Rom bruciati, dei provvedimenti di chiusura agli immigrati, delle aggressioni, dell’aumento dei gruppi neofascisti, delle ronde, dell’esercito nelle strade, della chiusura degli spazi di libertà e di democrazia, delle leggi ad personam.

Dall’estero abbiamo il vantaggio di non essere quotidianamente bombardati da un’informazione (??) volgare e martellante, da logiche di comunicazione davvero malsane.

E allora: che fare? Prima di tutto capire meglio, confrontarci, quindi provare a reagire. Siamo convinti che ci siano migliaia di esperienze di resistenza, di salvaguardia del territorio, di difesa dei diritti, della salute, di servizi pubblici di qualità. E che vadano sostenute.

Al termine di un percorso che abbiamo appena iniziato, vogliamo quindi organizzare una nave che parta da Barcellona il 25 giugno 2010 e arrivi a Genova.

Sarà la nave dei diritti, che ricorderà la nostra Costituzione e la sua origine, laica e pluralista, la centralità della libertà e della democrazia vera, partecipata, trasparente: dai luoghi di lavoro alle scuole, ai quartieri, ai servizi, al territorio. Ricorderà che il pianeta che abbiamo è uno, è questo, questo è il nostro mare, di tutti i popoli. Che chiunque ha diritto di esistere, spostarsi, viaggiare, migrare, come ha diritto che la sua terra non sia sfruttata, depredata. Ricorderà che le menzogne immobilizzano, mentre la verità è rivoluzionaria.

Ricorderà che cultura e arte sono i punti più alti del genere umano, sono fonte di gioia e piacere per chi li produce e per chi ne beneficia, non sono fatte per il mercato.

Ricorderà che esistere può voler dire resistere, difendere la propria e l’altrui dignità, conservare la lucidità, il senso critico e la capacità di giudizio.

Creiamo ponti, non muri.

È un grido di aiuto e solidarietà, che vogliamo unisca chi sta assistendo da fuori a un imbarbarimento pericoloso a coloro che già stanno resistendo e non devono essere lasciati/e soli/e.

Non siamo un partito, non siamo una fondazione, non sventoliamo bandiere, tanto meno bianche. Siamo piuttosto un movimento di cittadini/e che non gode di alcun finanziamento.

Ambulatorio Internazionale
CITTÀ APERTA
vico del Duca, 41 r
16123 GENOVA
tel.: 010.251.28.96
Aperto tutti i pomeriggi:
dal Lunedì al Venerdì
dalle 16 alle 19
---------------------- 
Ambulatorio Pediatrico
CAMICI e PIGIAMI
via S. Siro 16 r.
16124 GENOVA
tel.: 320.273.47.28   
Aperto tutti i pomeriggi:
Lun-Mar-Mer-Ven
dalle 15 alle 17
Giovedì
dalle 14:30 alle 18
* da metà Giu. a metà Sett.
Mar e Ven dalle 15 alle 17

Ringraziamo ufficialmente chi crede nel nostro progetto e ci ha voluto aiutare con la donazione del proprio 5x1000. 
Grazie a tutti
noi andiamo avanti

Un'unica applicazione perché i rifugiati trovino informazioni e le ONG le forniscano.

www.refugeeaidapp.com

buone pratiche di protezione civile

"Se tremi per l'indignazione davanti alle ingiustizie, allora sei mio fratello".

Ernesto Che Guevara